• Prassi

Vuoi associarti?

È Maggio

Print Friendly, PDF & Email
di Emilia Violini
gabbiani

Dimentichi del freddo delle nebbie

asciugate lacrime nostalgiche

sorride la primavera

con il sole e l’aria dolce

la vita tornerà ad aprire

un dialogo con i fiori

e sarà un canto nuovo

accompagnato da profumi

trilli e pigolii, il merlo

imbecca l’implume.

L’airone e il gabbiano torneranno

a sfiorare con le ali l’onda.

Ti abbandoni al respiro del mare.

Il sole riscalda l’aria e i cuori

nel ciclo del giorno

che muore tra le vette

lasciando scie rossastre

tra le braccia d’un sogno appagato.

1 luglio 2017

A 4 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

  • 2.498.694