• Prassi

Vuoi associarti?

Radicchio

Print Friendly
 a cura di Cinzia Zanconi
p 14 radicchio

 

Il radicchio rosso contiene soprattutto potassio, ma anche magnesio, fosforo, calcio, zinco, sodio, ferro rame e manganese; contiene, inoltre, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E, vitamina K. Grazie all’elevata percentuale di acqua, il radicchio è depurativo; può essere inoltre un valido aiuto per chi soffre di stitichezza e difficoltà digestive. Ha un bassissimo potere energetico ed è quindi utile nelle diete ipocaloriche. Le fibre contenute nel radicchio sono in grado di trattenere gli zuccheri presenti nel sangue e per questo motivo è un alimento consigliato a chi soffre di diabete di tipo 2. Quest’ortaggio è utile anche a chi soffre di psoriasi. Il radicchio rosso, come tutti i vegetali di questo colore, è ricco di antiossidanti. Contiene antociani e triptofano, i primi aiutano a prevenire i fattori di rischio cardiovascolare, mentre il triptofano aiuta a combattere l’insonnia.

Risotto al radicchio

 

Ingredienti:

200 gr di riso Carnaroli; 1 cespo piccolo di radicchio rosso; 1/2 bicchiere di vino rosso; 1/2 cipolla bianca; 2 cucchiai di Grana Padano grattugiato; 1 litro di brodo vegetale; 3 noci di burro; 1 mazzetto di timo; pepe qb.

Procedimento

Tritate la cipolla e fatela appassire con una noce di burro in una larga pentola di acciaio. Aggiungete il riso, fate tostare qualche minuto, sfumate con il vino e poi aggiungete il brodo, un mestolo per volta fino a coprirlo. Rabboccate il brodo evaporato durante la cottura affinché il riso non rimanga mai scoperto. Intanto dividete il radicchio a metà, togliete l’eccesso di parte bianca e tagliate a listelli le foglie. Fate appassire il radicchio per qualche minuto in una padella con l’altra noce di burro. Due minuti prima della fine della cottura indicata sulla confezione del riso utilizzato, aggiungete una spolverata di pepe, il radicchio e qualche fogliolina di timo. A cottura ultimata, mantecate per qualche minuto il risotto fuori dal fuoco aggiungendo il Grana Padano grattugiato e una noce di burro. Una volta che sarà diventato bello cremoso, lasciatelo riposare qualche istante prima di servirlo all’onda. Per un risultato più scenografico tenete da parte qualche strisciolina di radicchio crudo per decorare il piatto finito.

Radicchio al forno

Ingredienti per 4 persone:

Radicchio di Treviso 4 cespi; Olio extravergine di oliva quanto basta; Sale quanto basta; Timo 1 ciuffo.

 

Preparazione: 

Mondate il radicchio eliminando le foglie più esterne, lavatelo, tamponatelo con carta assorbente e dividetelo a metà. Arroventate una griglia a fuoco vivace, abbassare la fiamma e grigliate i cespi per un paio di minuti. Dispone-te i radicchi grigliati in una pirofila, irrorate con l’olio, unite i fiocchi di sale maldon e il timo. Fate cuocere con funzione grill a 180 °C per 5 – 7 minuti. Servite caldo.

VARIETÀ DI RADICCHIO

 

Radicchio rosso, pigmentato color rosso rubino o vio-laceo ha molte varietà, tra le più conosciute ci sono: radicchio rosso di Treviso (allungato, foglie strette e cespo semi chiuso); radicchio rosso di Chioggia (sferico, a cespo chiuso); radicchio rosso di Verona (allungato, foglie larghe e cespo chiuso).

Radicchio variegato, color verde giallognolo con puntinatura rosso violaceo e cespo aperto.

Radicchio verde, è un termine generico rispetto al radicchio rosso e si usa per tutte le varietà di cicoria verde amara esclusa la catalogna e l’indivia di Bruxelles. Le varietà più conosciute sono:

radicchio verde pan di zucchero, forma allungata con foglie larghe e cespo chiuso; radicchio verde selvatico o di campo, può avere foglia frastagliata o regolare, non presenta un cespo fitto ed è di dimensioni ridotte.

10 aprile 2017

 

 

 

 

A 3 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

  • Visite Totali: 2111104