• Prassi

Vuoi associarti?

Frasi in casa tra moglie e marito

Print Friendly
di Alvaro Norscini
1-euro

Personaggi: Giovà (moglie) – Arvà (marito)

Lu vijettu da un euru

“O Giovà, ‘sta matina so’ ghjtu lì lu spacciu e j’ho chiesto le sigherette, un vijettu da un euru e lu giornale…”.

Embè Arvà?

“Gnende Giovà… le sigherette me l’ha date, lu giornale pure e lu vijettu… sarrà perché la jende non fa addro che grattà… m’ha dato un Gratta e Vingi!”

E hi vinto?

“O Giovà! e non te ce mette pure tu… je l’ho rdatu e j’ho ditto che vulìo unu de quilli che se vigne sembre!”

Comme!?

“Scìne Giovà, quilli vijetti che vigne sembre sarrìa quilli pe’ pijà’ l’autovusse!”

Ma vattela a pijà’ ‘nt… Arvà!

 

Lu prufumu dell’inghjostro

“Hi fatto casu Giovà che li giornali frischi, anzi… calli, a la matina non prufuma più de inghjostro?”

È vero Arvà! Comme sarrà?

“Per me, Giovà, adè che prima c’era rportate tande più nutizzie vòne, scritte co’ l’inghjostro e no co’ lo sangue!”

E certo Arvà… a lu jornu d’ogghj le nutizie adè quasci tutte triste…”.

“Anghj se… ‘sta matina la terza pagina de lu giornale prufumava… e sai perché Giovà? c’era scritta ‘na storia de ‘na coperta…”.

Comme Arvà?

“Stamme a sindì’ che tte lejo: pacchi de ‘ndumendi e ajuti ‘nviati a Gajole da Pederobba, ‘n paese der Trevigiano. Tra tanda robba de prima necessità c’era puri tande coperte ma una in particolare era ‘na coperta spiciale, perché ci-aìa dendro le piegature un picculu fojettu co’ ‘na scritta…”.

E chi ce l’avìa missu, Arvà?

“Ce l’avìa missu Emilio, ‘na cratura, che ha mannato la coperta sua a chidùna che era in difficoltà…”.

E che ci statìa scritto?

“Chiungue tu sia, spero che ‘sta coperta te rescalli comme ha fatto co’ me!”

Eh Arvà… e scì, ‘sta pagina me pare che prufuma non solo de ‘nghjostro ma pure de… umanità!”    

 16 gennaio 2017

 

 

A 8 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

  • Visite Totali: 2122129