• Prassi

Vuoi associarti?

Vento dei venti

Print Friendly
di Franca Petracci
Vento dei venti

Dopo una notte insonne

pensando al tesoro perduto

Rosvita all’alba uscì di casa.

Devo averlo smarrito ieri lungo la strada.

Se la ripercorro tutta a ritroso

lo troverò di certo.

Soffiava un vento gelido.

Ma il cuore di Rosvita era più forte del vento.

Camminò e camminò cercando

ansiosa e paziente fino a sera.

Ma del tesoro neanche un luccichio.

Voglio tornare a casa, disse.

Ma non poté: la strada era scomparsa.

Un cane, non vedendo Rosvita,

diede l’allarme.

Ma nessuno riuscì a trovarla.

Era sparita anche lei.

Chissà se questa storia è vera.

È fuggita la voce che la cantava.

Non c’è più il foglio

su cui una volta fu scritta.

E non c’è più neppure quella volta.

06 ottobre 2016

A 9 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

  • Visite Totali: 2152692